Menù
Home page
Registrati
Profilo utente
I tuoi ordini
Il tuo carrello
Termini e condizioni
Offerte
Novità
Cerca per ARTISTA
Cerca per STRUMENTO
DISCHI PREMIATI
Le LINEE EDITORIALI
PUNTI VENDITA
Rassegna Stampa LABEL
• JAZZIT AWARD 2013
• TOP JAZZ 2013

Categorie
1. Catalogo DODICILUNE
2. Catalogo KOINE'
3. Catalogo FONOSFERE
4. Catalogo CONTROVENTO
5. Catalogo CONFINI
6. Catalogo WYSIWYG
7. SPECIAL PRICE CD
8. VINILE
9. FLAC ALTA RISOLUZIONE

CERCA
inserisci una parola:
 
 
     

offerte

MASSARIA - BARBINI - FABRIS - "ATELIER"



Prezzo*: € 12,90 Inserisci nel carrello  Inserisci nel carrello

*Il prezzo si intende IVA inclusa

Descrizione

Audio Preview & Digital Download

 


Video
Massaria - Barbini - Fabris "Atelier" (extract)

 

Press Release

Frutto di un lavoro di ricerca consolidato in più di due anni, con un linguaggio che trova le sue radici nell'improvvisazione ma che sconfina nella semiotica, nella psicologia della percezione e nell’estetica, “Atelier” è il primo album del trio formato dai chitarristi Andrea Massaria e Davide Barbini e dal batterista e percussionista Andrea Fabris. Prodotto da Dodicilune, da martedì 20 luglio il disco sarà distribuito in Italia e all’estero da Ird e nei migliori store on line da Believe. Il titolo del disco prende spunto dal mondo delle arti figurative, richiamando l’ambiente di collaborazione, ricerca e studio proprio degli “Atelier”. I tre musicisti e compositori si astengono dall’etichettare la loro musica, in quanto vogliono sentirsi liberi di entrare in comunicazione con chiunque si accosti a questo mondo sonoro all’apparenza ermetico e distopico. Le otto composizioni originali (“Atlanta”, “Realgar”, “Orpelli”, “Cu2  (Co3) (Oh2)”, “Gallipot”, “Clara”, “Barras” e “Diluvi”), infatti, si distaccano dalle forme di narrazione più istintive e tradizionali creando una realtà alternativa nella quale viene decostruita la storia della musica e riassemblata al di fuori delle trame del tempo e dello spazio.

Classe 1965, il chitarrista e compositore triestino Andrea Massaria inizia a studiare chitarra classica a undici anni sotto la guida dei maestri Guido Percacci e Pierluigi Corona. Dopo aver svolto un'intensa attività come chitarrista classico, dal 1990 si dedica al jazz, alla musica contemporanea, alla sperimentazione e soprattutto all'improvvisazione creativa attingendo da una vasta gamma di influenze, spaziando dal free jazz al soundwork materico, dal noise alla classica contemporanea. Sono tanti gli insegnanti italiani e americani con cui ha studiato, in stili molto diversi, come Joe Pass, Kenny Burrell, Mike Stern, Bruce Forman, Stefano Battaglia, Sandro Gibellini, Alessio Menconi, Pietro Condorelli, Rory Stuart, Mark Elf. Nel 1997 ha vinto uno dei più importanti concorsi europei per chitarristi jazz, quello di Monteroduni (IS) intitolato ad Eddie Lang. Partecipa e vince numerosi concorsi italiani. È stato più volte votato tra i migliori chitarristi italiani nelle migliori classifiche jazz sulle riviste di musica jazz italiane. Dal 1998 è stato in tournée con i suoi gruppi e come session-man in Europa (Austria, Germania, Francia, Slovenia, Croazia, Svizzera, Olanda) in importanti festival. Ha guidato diversi gruppi nel corso degli anni e ha registrato oltre 20 dischi come leader o co-leader per diverse etichette, in particolare Artesuono, Leo Records, Setola di maiale, Amirani. Ha realizzato diverse trasmissioni radiofoniche per la RAI, Radio Capodistria, Radio Nazionale Canadese, Radio France, numerosi privati italiani e stazioni radiofoniche europee. Svolge un'intensa attività didattica tenendo seminari e laboratori in tutta Italia. Svolge un'intensa attività concertistica in Italia e all'estero sia come leader e come ospite in vari gruppi. Ha collaborato e collabora tutt'ora con numerosi musicisti tra cui Butch Morris, Evan Parker, Paul Lytton, Barre Phillips, Oliver Lake, Rob Mazurek, Sylvie Courvoiseur, Tom Rainey, Bruce Ditmas, Mat Maneri, Clementine Gasser, Angelica Castelo, Giancarlo Schiaffini, Howard Curtis, Katja Cruz, Giovanni Maier, Danilo Gallo, Michele Rabbia, Pasquale Mirra, Walter Prati, Cristiano Calcagnile, Stefano Battaglia, Ernie Adams, Dee Alexander, Giovanni Mancuso, Massimiliano Furia, Ettore Fioravanti, Paolo Birro, Rosario Bonaccorso, Zeno DeRossi, Achille Succi, Olivier Manoury, Silvia Bolognesi, Ernest Dawkins, Arrigo Cappelletti, Dado Moroni, Bruno Marini, Flavio Boltro, Francesco Bearzatti, Alessandro Fedrigo, Stefano Senni, Ferdinando Farao', Mauro Negri, Gianni Basso, Robert Bonisolo, Kyle Gregory, Lee Brown, Jack McDuff, Bobby Durham, Glauco Venier, Slatko Kaucic, Dario Deidda, Aldo Zunino, Mark Abrams, Emanuele Cisi, Daniele D'Agaro e molti altri. Insegna chitarra jazz al Conservatorio di Musica Benedetto Marcello di Venezia. 

Davide Barbini ha frequentato il conservatorio Benedetto Marcello nella classe di Andrea Massaria, dove i due hanno incrociato i loro percorsi artistici. Barbini ha frequentato vari seminari e masterclass con Bruce Ditmas, Marc Ducret, Terry Riley. È stato selezionato dalla fondazione Cini per “Istantanee”, partecipando a seminari con Evan Parker, Giancarlo Schiaffini e altri improvvisatori. Specializzatosi nell'improvvisazione libera ma sentendosi imprigionato dalle limitazioni delle accademie, lascia il conservatorio e si dedica allo sviluppo dei linguaggi contemporanei.

Andrea Fabris è un batterista e compositore nato a Venezia nel 1996. Ha iniziato a studiare batteria all'età di 10 anni. All'età di 18 anni si trasferisce a Milano per frequentare il CPM Music Institute, dove ha studiato con alcuni dei più importanti batteristi italiani come Giovanni Giorgi, Roberto Gualdi, Flaviano Cuffari e altri. Ha frequentato clinic e seminari italiani come il “Berklee at Umbria jazz”, nel 2017, e “Nuoro Jazz”, nel 2018. Dal 2018 fa parte dell'ensemble “Forme Sonore”, guidata da Roberto Dani, un percorso sulla natura di “forma” nella composizione e nella libera improvvisazione. Nel 2019 l'ensemble diventa un gruppo di ricerca permanente ancora oggi attivo. Dal 2019 partecipa ad un workshop condotto dal compositore italiano Giovanni Mancuso sulla musica di Terry Riley, suonando per lo stesso Riley al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia. Negli anni ha maturato un interesse per il Jazz, la musica contemporanea e per la creatività e l’improvvisazione, suonando con qualsiasi tipo di ensemble, in particolare con le formazioni “trio”. Attualmente segue i corsi di jazz presso il Conservatorio “Francesco Venezze” di Rovigo, sotto la guida di Stefano Paolini. Andrea ha approfondito i suoi studi frequentando masterclass e seminari di alto livello con Lewis Nash, Yoron Israel, Mark Guiliana, Larnell Lewis, Roberto Dani, Andrea Centazzo, Stefano Bagnoli, Davide Ragazzoni, Leo Di Angilla, Marc Ducret, Peter Bernstein, Giovanni Mancuso, Flavio Virzì, Andrea Massari. Attualmente vive a Bologna.

Track List

1 - Atlanta
2 - Realgar
3 - Orpelli
4 - Cu2  (Co3) (Oh2)
5 - Gallipot
6 - Clara
7 - Barras
8 - Diluvi

All compositions by Andrea Massaria, Davide Barbini, Andrea Fabris

Personnel

Andrea Massaria - electric guitar, effects
Davide Barbini - electric guitar, effects
Andrea Fabris - drums, percussion

Recording Data

• PRODUCTION DATA
Total time 50:27 STEREO DDD
(p) 2021 DODICILUNE (Italy)
(c) 2021 DODICILUNE (Italy)
www.dodicilune.it
CD DODICILUNE DISCHI Ed509
8033309695099


• RECORDING DATA
Produced by Andrea Massaria, Davide Barbini, Andrea Fabris and Maurizio Bizzochetti, Gabriele Rampino, Dodicilune, Italy
Label manager Maurizio Bizzochetti (www.dodicilune.it)
Recorded, mixed and mastered September 2020 by Vincenzo De Leo at Crossroad Recording Studio, Cologno Monzese (Mi), Italy
Cover photo (c) Cassette Bleue
Contact:
andrea.massaria@libero.it,
davide.davidebarbini@gmail.com
ostor.fabris@gmail.com







Torna alla homepage




CARRELLO DELLA SPESA
  sono presenti
0 prodotti
 
     

Login

NEWSLETTER
inserisci la tua email:
 
 
     

Novità